Cura i tuoi prodotti e loro cureranno te!

La corretta conservazione dei cosmetici naturali come garanzia di efficacia!

 

La conservazione dei cosmetici è il punto focale che garantisce la loro efficacia nel tempo. Ma siamo abbastanza attenti a come trattiamo le nostre creme? La linea Essenza di Siena, è delicata e preziosa proprio perché Naturale, grazie alla presenza di bava di lumaca purissima: vediamo come proteggere i nostri prodotti.

Immaginate la borsa di una donna, le mille cose che contiene, il “Mary Poppins” style che la anima perennemente. Super piena nelle sue giornate, indaffarata e presa da mille cose.

Immaginatela poi alla guida, tra una curva e l’altra a velocità supersonica mentre evita di aggravare il suo ritardo nell’entrata a lavoro. Non può rinunciare però al suo aspetto.

Una donna è sempre una donna e si sa, oltre le gambe c’è di più. E nella sua bag giornaliera così come nella sua utilitaria, oltre il necessario c’è di più.

Ma torniamo a noi. Quante volte ne abbiamo vista una ferma al semaforo a darsi il mascara sperando che il rosso questa volta duri più del solito. Insomma sappiamo bene che tra le priorità senz’altro vige quella di applicare alla sua persona gli ultimi tocchi di benessere estetico per poi magari arenare in auto creme e trucchi.

Ed eccoci arrivati al punto: cosa accade ai prodotti cosmetici se vengono involontariamente o inconsciamente non conservati in modo corretto? E quale è se c’è un modo corretto?

Noi produciamo siero, creme e maschere naturali, biologiche, a base di Hellixis, la bava di lumaca più pura esistente in natura. Preziosa e in quanto tale, delicatissima.

I prodotti che la Natura ci offre per ottenere cosmetici naturali efficaci, compatibili con la nostra pelle, utili a mantenerci belli e sani anche fuori, costituiscono sicuramente la scelta migliore per ottenere tutti i trattamenti di igiene e bellezza di cui abbiamo bisogno.

Ma, come avviene per i prodotti naturali alimentari, se vogliamo evitare di contaminare gli ingredienti naturali con conservanti di sintesi chimica, che con la natura non hanno nulla a che vedere e che non sono neppure compatibili con il nostro organismo, dobbiamo comunque affrontare il problema della corretta conservazione.

 

Entriamo nello specifico

 

Dunque come per gli alimenti, anche per i cosmetici naturali ci sono agenti esterni che ne minano la durata nel tempo: l’ossigeno, i germi e i batteri, il calore e la luce, sono tutti elementi che contribuiscono a deteriorare gli ingredienti naturali.

Gli oli essenziali, principali ingredienti dei cosmetici naturali, presi singolarmente e puri, hanno un’elevata capacità di auto-conservazione, grazie alle loro proprietà antisettiche, ma data la loro concentrazione, non possono essere usati in cosmetica se non dopo averli prima diluiti correttamente con altre basi, sempre oli oppure creme, che ne stemperino appunto la concentrazione.

Gli oli e le creme di origine naturale, che compongono i cosmetici insieme agli oli essenziali, sono quindi sottoposti all’azione ossidante, corrosiva e disgregante degli agenti atmosferici e, non potendo essere addizionati di conservanti chimici, per non comprometterne la naturalità.

Il deterioramento dei cosmetici naturali, però, non comporta soltanto spiacevoli conseguenze quali cambio nella colorazione e nella consistenza del prodotto, perdita del profumo o peggio, subentro di odori poco gradevoli.

In verità la conseguenza meno evidente ma più insidiosa è proprio la diminuzione di efficacia, se non addirittura l’insorgenza di problemi legati alla contaminazione o all’alterazione degli ingredienti naturali che come tali abbiamo visto essere deperibili. Ed ecco la probabile causa di irritazioni, arrossamenti o bruciori che non sappiamo spiegarci.

 

Cos’è il PAO?

 

I prodotti Essenza di Siena garantendo la loro “biologicità” dettata dalla presenza di base di un ingrediente che viene appunto dalla natura, hanno un PAO non lunghissimo. Ma cos’è il PAO?

È il Period After Opening, ovvero la durata del prodotto dopo l’apertura; normalmente espresso in etichetta con il disegno di un vasetto aperto, recante un numero, e la lettera “M”, ovvero il tempo espresso in mesi, entro cui il cosmetico deve essere utilizzato e che decorre dalla sua apertura, indipendentemente dalla data di scadenza che i nostri prodotti non presentano.

Visto questo, dove è opportuno conservare i prodotti?

Normalmente, il luogo preposto per tenere i cosmetici, è il bagno.

So che la maggior parte di voi non ci avrebbe scommesso, ma sì, è la triste verità.

Dunque no borsa e no auto, donne. E dico anche a voi, maschietti. Già vi vedo a darvi con nonchalance la crema mani prima di andare a lavoro, per poi posarla accuratamente sul cruscotto dove assorbirà tutta la luce ed il caldo da forno della vostra bella auto.

La toilette, invece, mette al riparo dalla luce. Noi di Essenza di Siena abbiamo ovviato a questo problema non utilizzando confezioni in vetro o comunque trasparenti.

 

Il caldo: altro nemico dei prodotti per il corpo

 

L’altro problema è il calore. Pochi amano lavarsi in un ambiente non sufficientemente riscaldato e, inoltre, il vapore caldo prodotto da vasca o doccia, anche in questo caso non aiuta.

Come ovviare? In questo caso, soprattutto per le creme viso e corpo, può sembrarti strano come suggerimento, ma un metodo c’è: il frigo! Se optate per il frigo di cucina, occhio alle contaminazioni con gli alimenti. L’alternativa sarà corredare il vostro bagno con un mini frigo, tipo quello per bibite, dedicato a questi prodotti. Altrimenti basterà un armadietto fresco e non avrete problemi.

Ultima cosa! La pelle delle nostre mani è un veicolo di germi e batteri maggiore rispetto ad altre parti del corpo. (motivo per il quale nei musei ci impediscono di toccare le opere. Sulle mani abbiamo uno strato di grassi, invisibili e non percepibili al tatto, che si deposita sui materiali alterandone la composizione e la pigmentazione). Fa lo stesso nelle creme.

Allora, quando prelevi il cosmetico naturale direttamente dall’interno della confezione, come avviene di solito per le creme viso, le maschere o i fanghi, contenuti nei vasi anziché nei flaconi, i germi e i batteri presenti sulle mani, vanno anche a contaminare il cosmetico, rimanendo al suo interno anche dopo l’utilizzo, quando richiudi il vasetto. Quindi procurati una o più palettine da lavare e asciugare bene dopo ogni utilizzo. Meglio se di legno, visto che è naturale come il cosmetico.

 

In conclusione…

 

Insomma, ti ho fornito qualche accorgimento utile alla buona riuscita dei trattamenti che quotidianamente intraprendi ed alla cura del tuo prodotto naturale.

Seppur più delicati nella conservazione, essi sono i più efficaci ed i meno dannosi. Noi di Essenza di Siena scegliamo la natura al per questo. Dammi ragione, clicca qui e prova gratis il prodotto base della nostra linea, il Siero di Hellixis, naturale al 100% .

Con un piccolo contributo per le spese di spedizione, proverai un vero e proprio toccasana per la maggior parte dei problemi della pelle e per la prevenzione e la cura del derma di ogni parte del corpo.

Ma mi raccomando, applicatelo a casa e riponetelo con cura. Tra le cose dell’ultimo minuto lasciatevi un rossetto, che per sua natura, in borsa, ci sta benissimo.

Occhio al caldo però… o vi si scioglie anche quello… Alla prossima!

Tag:, , ,